Classifiche "La Lettura"

Buona domenica cari lettori,
ieri sono finalmente tornata con una nuova recensione di un autore emergente.
Ed eccoci ad oggi, come ogni domenica mi reco in edicola per non farmi mancare il nuovo numero de "La Lettura", giornale molto interessante, 48 pagine piene zeppe di articoli che vanno dalla filosofia alla scienza, dall'attualità ai libri, ecc.
L'uscita è settimanale, ogni domenica (ma da poche settimane lo potete trovare in edicola già di sabato) vi è una nuova uscita.
Già tempo fa vi proposi questa rubrica che, da come avete potuto notare, non ho continuato.
Ve la ripropongo, ma non sarà una rubrica settimanale, poiché da una settimana all'altra, in ambito di classifiche letterarie e quindi di vendite e interessamento, non potrebbe cambiare molto, come di solito è successo.


TOP 10: nei primi tre posti troviamo le nuove e ultime uscite e qui si fa ben sentire la Mondadori che con le sue pubblicazioni ha scalato le vette.
Al primo posto troviamo "Storie della buonanotte per bambine ribelli" di Francesca Cavallo e Elena Favilli, a ridosso della festa della donna troviamo questa nuova pubblicazione che riporta a galla la vita e l'esempio di 100 donne che hanno lottato per realizzare i propri sogni e nonostante tutto sono andate sempre avanti. Grandi donne come Rita Levi Montalcini, Frida Kahlo, Malala Yousafzai, ecc. Hanno portato avanti i loro ideali, alcune (tra cui l'ultima che ho citato) anche a costo della vita.
Un libro dedicato alle giovani, piccole donne: "Alle bambine ribelli di tutto il mondo: sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia."
Al secondo posto un libro che parla di attualità, "Questa non è l'America" di Alan Friedman che con grande sorpresa ho ritrovato ad una presentazione alla Mondadori di Salerno. Un libro che porta a galla le problematiche di una grande superpotenza come l'America a ridosso delle elezioni presidenziali che hanno portato a galla, secondo me, gli stereotipi di una nazione intera.
Al terzo posto non poteva che esserci "L'arte di essere fragili" di Alessandro D'Avenia, libro che ha colpito molto per lo sguardo diverso dell'autore verso un altro grande autore del passato come Leopardi che è sempre stato visto e considerato l'autore del "pessimismo" e invece...non vi resta che leggerlo. "Esiste un metodo per la felicità duratura? Si può imparare il faticoso mestiere di vivere giorno per giorno in modo da farne addirittura un'arte della gioia quotidiana?" 


Nella classifica della narrativa italiana D'Avenia raggiunge il primo posto seguito dalla carissima Chiara Gamberale con il suo "Qualcosa" , un ritorno a godere del dolce far niente senza per forza riempire ossessivamente la nostra vita con, appunto "qualcosa" da fare.
Nella narrativa straniera oltre alla nuova uscita di Kinsella, autrice di romanzi leggeri e divertenti, che troviamo al secondo posto; gran ritorno di Simenon con "La casa dei Krull", un autore che ha accompagnato il XX secolo sopratutto con un suo grande personaggio: il commissario Maigret (protagonista di romanzi e racconti polizieschi).

Tante nuove e interessanti uscite ed una classifica che mi soddisfa abbastanza.

Io mi butterei sulla lettura di Simenon, in wishlist anche il romanzo della Gamberale e D'Avenia.
E a voi quale libro vi ha colpito? Quale entrerà nella vostra lunga lista di libri?
Vi auguro una buona domenica e come sempre: BUONA LETTURA! 

Commenti

Post più popolari