Doppio regalo. ;)

Ed eccomi con un nuovo post, questa sera doppia sorpresa: una recensione e la classifica settimanale.
Partiamo subito dall'ultima classifica di libri più venduti per quanto riguarda la narrativa italiana, straniera e la saggistica, questa volta si aggiunge anche la Top 10.

TOP 10:
1) "Grey" di E.L.James.
2) "La ragazza del treno" di Paula Hawkins.
3) "La giostra degli scambi" di Andrea Camilleri.
4) "Sette brevi lezioni di fisica" di Carlo Rovelli.
5) "Cinquanta sfumature di grigio" di E.L.James.
6) "Il magico potere del riordino" di Marie Kondo.
7) "After" di Anna Todd (vi ricordo che è una saga).
8) "Avrò cura di te" di M.Gramellini e C.Gamberale.
9) "Via Crucis" di Gianluigi Nuzzi.
10) "La piuma" di Giorgio Faletti.

Narrativa italiana:
al primo posto della classifica tra i libri più venduti del 2015 troviamo "La giostra degli scambi" di Andrea Camilleri edito da Sellerio, come protagonista sempre il nostro ormai conosciuto commissario Montalbano. Al secondo e al terzo posto troviamo "Avrò cura di te" di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale edito da Longanesi e "La piuma" di Giorgio Faletti edito da Baldini e Castoldi. Tante novità letterarie per quanto riguarda la classifica italiana.

Narrativa straniera:
si aggiudica sia il primo che terzo posto l'autrice che ha fatto scalpore sopratutto con la sua trilogia delle cinquanta sfumature da cui hanno tratto anche un film. Primo post per il suo nuovo libro "Grey" che parla appunto del tanto adorato (ovviamente non da me e da altre persone che conosco xD) Mr. Grey e al terzo posto troviamo il primo libro della trilogia, ovvero "Cinquanta sfumature di grigio". Al secondo posto ritorna "La ragazza del treno" di Paula Hawkins edito da Piemme, posso dire che questo romanzo è tanto amato quanto odiato, io purtroppo in merito non posso dire ancora nulla, chissà se sarà tra i prossimi libri che comprerò anche perché la trama mi attira. Quindi per la narrativa straniera abbiamo quelli che io chiamo "i grandi ritorni".

Saggistica:
al primo posto troviamo "Sette brevi lezioni di fisica" di Carlo Rovelli che da come vedo non si smuove dalle classifiche, edito da Adelphi. Al secondo posto "Via Crucis" di Gianluigi Nuzzi edito da Chiarelettere, l'inchiesta uscita a inizio novembre sullo scandalo finanziario in Vaticano. Al terzo posto "Avarizia" di Emiliano Fittipaldi edito dalla Feltrinelli.

Dalle classifiche qui proposte si nota che i libri che troviamo ai primi posti sono ripresi anche nella top 10.
Vi interessa qualche libro in particolare?
P.s. After di Anna Todd, aggiungo che oltre ad essere una saga non ha riscontrato tanti pareri positivi. Chissà? E voi l'avete letto? Che ne pensate?
Io non credo che lo prenderò, la trama non mi intriga tanto e non essendo un autoconclusivo mi dispiacerebbe poi non continuare la saga se non dovesse piacermi.

Eh sì, doppio regalo, non per me ma per voi. Oltre alla classifica vi propongo qui ben due recensioni. :D

Rimedi
SALUTE E MALATTIA
dei nostri nonni,tra superstizione e magia, sapere e ignoranza,buonsenso e santi da pregare.
Autore: Anastasia Zanoncelli.
Editore: Edizioni del Baldo.
Data di pubblicazione: Dicembre 2014.
Codice ISBN: 978-8-8672151-8-8

Trama: Rimedi popolari per scacciare il male e la malattia, ricordo di tempi in cui non c'erano conoscenze scientifiche, preparati medici efficaci, libertà di pensare...ricordo di tempi in cui invece c'era la fame, c'era la povertà, c'era un senso di oppressione religiosa, c'erano le pestilenze e lo sporco. Rimedi che sono in piccola parte frutto di materiale buon senso e in gran parte dono di esseri magici e creati dalla superstizione. Rimedi che sono preghiere, amuleti, erbe e pietre da portare addosso, che sono riti e segreti che solo pochi possono conoscere, che sono guaritori in buona e anche in cattiva fede...
Questo libro è una raccolta del bene e del male, di un bisogno di salute e di speranza, di tante domande e di poche risposte, un libro di folklore e di usanze, nella maggior parte fortunatamente nell'oblio.

Recensione: Letto in pochissimi giorni, è stata un'avventura davvero emozionante ripercorrendo un po' i rimedi popolari di tutta l'Italia, tra il passato e il presente.
L'autrice, con lo studio di vari testi, ha riproposto varie culture e tradizioni antiche.
Si parte dal riconoscimento del maligno e di come venisse scacciato. Le varie malattie a partire dall'età infantile a quella adulta e come venivano curate. Santi da invocare e luoghi di pellegrinaggio.
Vari simboli e oggetti che venivano utilizzati per attirare il positivo e allontanare le negatività.
Ma la cosa che più mi è piaciuta e mi ha attirato è il capitolo che parla della magia delle erbe e quello sulle guaritrici e donne-medicina.
Poi all'interno ci sono molte belle illustrazioni e le pagine sono scurite, antichizzate e macchiate di caffè (ovviamente non veramente macchiate xD). 
Lo consiglio  per chi vuole fare un piacevole viaggio nell'Italia del passato e nelle tradizioni popolari. Tante curiosità e molti rimedi sono ancora presi in considerazione.
Voto: 4/5.


La bambina che amava Tom Gordon
Autore: Stephen King.
Editore: Mondadori.
Data di pubblicazione: Agosto 2000.
Codice ISBN: 88-04-47837-3.

Trama: Il mondo aveva i denti e un qualsiasi momento ti poteva morsicare.
La piccola Trisha è proprio stufa di assistere ai litigi tra il fratello e la mamma. Perfino durante una passeggiata nel bosco non la smettono di punzecchiarsi e nemmeno si accorgono di lei quando lascia per un attimo il sentiero. Poi cala il silenzio: Trisha si è persa. Torturata dagli insetti, con la sola compagnia del suo walkman, deve cercare di non abbandonarsi al panico. Forse Tom Gordon, il suo giocatore di baseball preferito, farà un miracolo e la aiuterà a ritrovare la strada. Ma da una foresta sui monti Appalachi è difficile uscire vivi, e c'è qualcosa che aspetta quelli che si perdono...

Recensione: Il New York Times ci propone questo romanzo come "fiaba che riserva momenti di puro terrore" e non posso essere più che d'accordo.
Tutto gira intorno alla protagonista e per alcuni capitoli ai suoi ricordi.
Patricia o chiamata col suo soprannome Trisha, è una bambina stanca dei litigi tra la madre e suo fratello Pete, litigi iniziati dal divorzio dei suoi genitori.
Ogni fine settimana, quando Trisha e Pete non si trovano a casa del padre, sono costretti ad affrontare le gite che propina la madre, si rilevano sfiancanti a causa dei vari battibecchi ma Trisha è molto brava a fingere allegria ed entusiasmo.
Ma proprio il giorno in cui la madre li porta a fare una bella escursione nel bosco, Trisha si allontana dal sentiero per soddisfare i suoi bisogni fisici ma anche per non sentire più i loro litigi, ma ahimè per lei non si rivela una buona idea poiché non ritrova più il sentiero e la madre e Pete se ne accorgeranno solo molto tardi della sua scomparsa.
E' qui che parte il viaggio di Trisha, un viaggio lungo una settimana, molte volte dovrà farsi aiutare dalle sue conoscenze apprese dalla madre, dagli insegnanti di scuola e dai libri. Si rivela un viaggio di sopravvivenza, irto di pericoli e ostacoli che supererà non priva di lividi e gravi lesioni.
Avrà, lungo il tragitto, la compagnia del suo walkman ascoltando le partite della sua squadra preferita, la visione di Tom Gordon (il suo giocatore di baseball preferito) e la fastidiosa compagnia, purtroppo, di zanzare e moscerini per cui troverà una soluzione per il loro allontanamento.
Ma un giorno, precisamente una notte, scopre che c'è qualcuno o qualcosa che la osserva e che un giorno o l'altro sarà pronto ad ucciderla, ma si rivelerà solo alla fine. 
Durante il viaggio vi sono vari flashback in cui rivive alcuni bei ricordi con suo padre che poi diventeranno incubi.
The Wall Street Journal: "King racconta una meravigliosa storia di coraggio e speranza." 
Sono il coraggio e la speranza i due elementi fondanti, che mantengono la storia.
Questo è uno dei romanzi di King che mi ha tenuta incollata fino alla fine, oltre a "L'acchiappasogni", King sa trasmettere emozioni inedite, cosa molto apprezzata sopratutto per uno scrittore come lui molto prolifico.
Voto: 5/5.

Spero che vi sia piaciuto tanto questo doppio regalo. ^_^
Beh vi auguro ancora buone feste e mi raccomando riempitevi di letture e meno di cibo. Almeno vi riempirete la mente e non la pancia e a fine feste non vi potrete lamentare dei chili di troppo. xD Beh, io scherzo. :P 
Vi auguro buona serata.








Commenti

Post popolari in questo blog

Romanzi e Immaginari digitali

"Il Redento" di Tommaso Adiletta

"La psichiatra" Wulf Dorn